I Passi Alpini (40)

{zhgooglemap:47}

Wednesday, 24 July 2013 14:11

Passo Pordoi (2.239m)

Rating average

Il passo Pordoi (Pordoijoch in tedesco, Jouf de Pordou in ladino) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2.239 m s.l.m. e situato tra il Gruppo del Sella a nord e il gruppo della Marmolada a sud.

Congiunge Arabba, frazione del comune di Livinallongo del Col di Lana in Val Cordevole nella provincia veneta di Belluno, con Canazei, comune della Val di Fassa in provincia di Trento.

L'Alta via n. 2, che parte da Bressanone e arriva fino a Feltre, attraversa il passo Pordoi.

Dal Passo si ha il più rapido accesso al gruppo del Sella (la cui maggior elevazione è il Piz Boè, 3152 m) per mezzo della funivia prodotta dalla Hölzl che, con un unico balzo, raggiunge i 2950 m s.l.m. del Sass Pordoi, lo sperone più meridionale del Gruppo del Sella.

Nel versante veneto del passo si trova un ossario che raccoglie, in una tomba comune, i resti di 454 caduti germanici e di 8.128 austro-ungarici caduti nel corso della Grande Guerra, provenienti dai vari cimiteri di guerra. Nei ripiani esterni sono invece tumulati, in tombe singole o combinate, i resti di 842 caduti tedeschi della Wehrmacht della Seconda guerra mondiale, provenienti dai cimiteri ubicati nella zona di Belluno.

 

Wednesday, 24 July 2013 15:44

Passo Rolle (1.970m)

Rating average

Il passo è situato nel comune di Siròr, lungo la strada statale 50 del Grappa e Passo Rolle e mette in comunicazione San Martino di Castrozza, località turistica situata nei comuni di Siror e Tonadico, con Bellamonte, frazione di Predazzo. Il valico rappresenta lo spartiacque tra la valle del Cismon e la valle del Travignolo; vi è ubicata la stazione meteorologica di Passo Rolle, ufficialmente riconosciuta dall'Organizzazione meteorologica mondiale.

Il passo è circondato dal gruppo dolomitico delle Pale di San Martino, in particolare dal Cimon della Pala (3186 m s.l.m.) e dalla Vezzana (3192 m s.l.m.). Dal passo, base di ascensioni sulle Pale e sul gruppo del Lagorai, si può rapidamente raggiungere i laghetti di Colbricòn, luoghi d'insediamento di cacciatori nel Neolitico, e la Val Venegia, una delle aree naturalistiche più belle del Trentino, parte del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino

Il luogo è sede di numerosi impianti di risalita e piste da sci del comprensorio Dolomiti Superski. Durante la stagione estiva i pascoli della zona sono usati per il bestiame delle due malghe presenti in prossimità del passo.

Nei pressi del Passo Rolle si possono notare numerose trincee e gallerie risalenti alla Prima guerra mondiale, in particolare sulla cima Cavallazza e sul monte Colbricòn.

Passo Rolle ospita anche due caserme della Guardia di Finanza, sede anche del S.A.G.F., Soccorso Alpino Guardia di Finanza e del soggiorno montano delle Fiamme Gialle (Caserma Sass Maor). Da moltissimi anni, presso il Passo svolgono l'addestramento montano estivo ed invernale gli Allievi Ufficiali dell'Accademia della Guardia di Finanza e sulle stesse piste, nel mese di febbraio, vengono organizzate le gare del Corpo, che richiamano autorità e finanzieri (che gareggiano divisi per regioni) da tutta Italia.

Inoltre qui vengono addestrati gli equipaggi degli elicotteri del Servizio Aereo della Guardia di Finanza alla Sopravvivenza in Montagna con corsi di 5 giorni, dove viene simulata la sopravvivenza a fianco di un mezzo aereo caduto in ambiente montano in condizioni meteorologiche estreme.

Tradizionalmente il valico è legato alla presenza della Guardia di Finanza, che ha inserito nel proprio stemma araldico proprio l'inconfondibile profilo del Cimon della Pala, viste le origini di guardia di frontiera del Corpo.

Wednesday, 24 July 2013 15:55

Passo San Pellegrino (1.918m)

Rating average

Il Passo San Pellegrino (pas de Sén Pelegrin in ladino e Sankt-Pelegrin-Pass in tedesco) è un valico alpino delle Dolomiti posto a quota 1.918 m s.l.m.

È attraversato dalla strada statale 346 che collega i paesi di Moena (1.184 m), in Val di Fassa, in provincia di Trento, e Falcade (1.297 m), nella Valle del Biois, in provincia di Belluno. La statale raggiunge su entrambi i versanti una pendenzadel 18%. Nella parte bellunese (Falcade) tale pendenza è altrernata a tratti al 15%.

Il confine tra il Trentino-Alto Adige ed il Veneto non è come d'abitudine situato proprio sul passo; si trova invece a circa quattro chilometri dal valico nel versante orientale, verso l'abitato di Falcade.

Dal punto di vista orografico il passo separa le Dolomiti di Gardena e di Fassa (a nord) dalle Dolomiti di Feltre e delle Pale di San Martino (a sud).

Wednesday, 24 July 2013 14:00

Passo Sella (2.240m)

Rating average

Passo Sella, (Jëuf de Sella in ladino, Sellajoch in tedesco) è un valico alpino delle Dolomiti posto a 2240 m s.l.m., fra il Gruppo del Sassolungo e il Gruppo del Sella. Mette in comunicazione Canazei, in Val di Fassa con Selva di Val Gardena, in Val Gardena.

Situato al confine fra le province di Trento e di Bolzano, è un’apprezzata meta turistica sia invernale che estiva.

Wednesday, 24 July 2013 10:26

Passo Stalle (2.052m)

Rating average

Il Passo Stalle (Staller Sattel in tedesco, 2.052 m), è un valico alpino delle Alpi centrali, al confine fra Italia e Austria, che mette in comunicazione la Valle di Anterselva alla Defereggental.

La strada della Valle di Anterselva (Antholzer Tal) a valle comunica con la statale della Val Pusteria ed a monte dopo il passo continua in discesa nel versante austriaco snodandosi negli incantevoli scenari della Defereggental austriaca fino a raggiungere, a valle, all'incrocio della statale che congiunge Lienz, alla fine della Val Pusteria, con Kitzbühel.

Una particolare attrazione che si trova in cima al passo è una pista da slittino, che si può facilmente risalire a piedi dal lago di Anterselva.

Dalla parte italiana si trovano alcune casermette risalenti alla seconda guerra mondiale, ma utilizzate anche dopo. Un'analoga sistemazione si trova anche al passo Gola (Klammljoch).

Il transito veicolare è a doppio senso di marcia per il solo versante austriaco, mentre è a senso unico alternato per un tratto di circa 5 km nel versante italiano (dal confine italo-austriaco fino al lago di Anterselva), a causa della scarsa larghezza della sede stradale (circa 2,5 metri). Un impianto semaforico costituito da due semafori a luce rosso/verde (uno a monte, al confine, ed uno a valle, nei pressi del lago) regola l'accesso a questo tratto di strada.

Precisamente, nel primo quarto di ogni ora (dai minuti .00 a .15) è consentito l'accesso verso sud (dal confine austriaco al fondovalle italiano), mentre nel terzo quarto (dai minuti .30 a .45) è consentito l'accesso verso nord (dal fondovalle italiano al confine austriaco). Durante gli intervalli tra i due transiti non è consentito l'accesso alla strada, per permettere lo smaltimento del traffico (l'attraversamento del tratto a senso unico alternato richiede circa 10 minuti).

Il passo è aperto dalle 6.00 alle 22.15; in particolare, è aperto dalle 6.00 alle 21.15 in direzione sud (dall'Austria all'Italia) e dalle 6.30 alle 21.45 in direzione nord (dall'Italia all'Austria). Durante il periodo invernale il passo è sempre chiuso, causa anche pericolo valanghe.

Non è previsto nessun pedaggio di transito.

Wednesday, 24 July 2013 10:26

Passo Staulanza (1.773m)

Rating average

Il passo Staulanza, conosciuto anche come Forcella Staulanza (1.773 m), è un valico alpino delle Dolomiti che mette in comunicazione la Val di Zoldo con la Val Fiorentina attraverso la SS 251 (provincia di Belluno). La forcella è posta tra le pendici del monte Crot e del Pelmo.

In corrispondenza del passo è posto il rifugio Passo Staulanza (1.766 m), dotato di ristorante e 25 posti letto, punto-tappa dell'Alta via n. 1 delle Dolomiti e comodo punto di partenza per escursioni sul massiccio del Pelmo.

Page 6 of 7
Colors